Polveri-sottili.ch

Combustione a legna

Accendendo correttamente il caminetto o qualsiasi altro tipo di impianto a legna, date un contributo attivo alla riduzione del carico di polveri sottili e salvaguardate allo stes-so tempo la vostra salute.

Combustione di legna e polveri sottili

Nonostante siano molti gli argomenti a favore dell’utilizzo degli impianti a legna, non bisogna dimenticare che la combustione della legna emette più polveri sottili di quante ne emettano mediamente impianti ad olio o gas. Specialmente impianti gestiti in malo modo emettono grandi quantità di polveri sottili, fuliggine e ossidi d’azoto.

Per tutti i nuovi impianti con una potenza fino a 350 kW i requisiti di legge sono molto rigidi. Impianti nei quali si brucia cippato proveniente da falegnamerie e impianti di potenza maggiore sottostanno a ulteriori controlli e obbligo di misurazione con limiti d’emissione ancora più severi.

I vantaggi dell’energia del legno

Illegno come vettore energetico è neutro in termini di emissioni di CO2 ed è rappresenta energia che si rinnova. Per ogni metro cubo di legna che sostituisce energie fossili, si risparmiano 600 kg di CO2.

Il passaggio da vettori fossili a legna conviene a livello economico, accresce la sicurezza di approvvigionamento energetico del nostro paese, rafforza la nostra economia e crea posti di lavoro, anche in aree rurali.

Impianti moderni e gestiti correttamente con un certificato di conformità soddisfano le norm vigenti in materia di qualità dell’aria. È cruciale anche l’esercizio a basse emissioni e una corretta accensione.

Combustione senza fumo

Non bruciare rifiuti e una corretta accensione. Già queste due misure riducono drasticamente le emissioni nocive degli impianti a legna.

Un modulo di accensione è meglio della carta. Questo modulo consiste in 4 ciocchi di abete con una sezione trasversale di circa 3 x 3 cm ed una lunghezza di circa 20 cm e l’apposito preparato per facilitare l’accensione (e.g. lana di legna impregnata di cera). Si accende ora il fuoco, dove si trova l’uscita dei fumi. Le particelle di fumo così devono attraversare le fiamme e vengono bruciate. Si distingue tra accensione dall’alto e accensione dal basso rispettivamente tra impianti a combustione superiore e inferiore.

Anfeuermodul KreisRot

Il modulo d’accensione consiste in quattro ciocchi e un preparato per facilitare l’accensione (Fonte: Holzenergie Schweiz).

Anzündhilfe

Esempi di preparati per facilitare l’accensione.

Combustione superiore

Nelle più comuni stufe o caminetti, dove l’uscita dei fumi solitamente si trova in alto, si consiglia di posizionare il modulo d’accensione sopra la catasta di legna da ardere. La combustione avviene dall’alto verso il basso. Al contrario della combustione dal basso (“vecchio” metodo), qui l’intero processo di combustione avviene più lentamente e in modo più controllato, riducendo allo stesso tempo le emissioni nocive.

Combustione inferiore

Negli impianti a combustione inferiore (Caldaie e termocucina a riscaldamento centrale, stufa ad accumulazione o pigna, ecc. che di regola hanno l’uscita dei fumi in basso) il modulo d’accensione viene posto sotto la catasta di legna da ardere e, anche in questo caso, vicino all’uscita dei fumi. La legna brucia in modo regolare dal basso e vengono emesse così molto meno sostanze nocive.

Oberer Abbrand

Combustione senza fumo - Combustione superiore

Unterer Abbrand

Combustione senza fumo - Combustione inferiore